Caso

Dall’estrazione minimamente invasiva del dente al restauro finale realizzato alla poltrona: un intero flusso di lavoro al microscopio e basato su tecniche digitali per il trattamento di un impianto singolo

16 aprile 2024 · 15 MIN LETTURA
Autore Behnam Shakibaie, DMD, MSc Specialista in chirurgia orale, parodontologia, implantologia e odontoiatria microscopica, clinica specializzata in odontoiatria microscopica e digitale, Teheran, Iran
Autore Markus B. Blatz DMD, PhD Scienze restaurative, e assistente decano, innovazione digitale e sviluppo professionale, Istituto di odontoiatria, Università della Pennsylvania, Filadelfia, Pennsylvania, USA
Autore Julian Conejo, DDS, MSc Professore assistente, odontoiatria clinica restaurativa e direttore, tecnologia odontoiatrica CAD/CAM alla poltrona, dipartimento di scienze preventive e restaurative, Istituto di odontoiatria, Università della Pennsylvania, Filadelfia, Pennsylvania, USA
Autore Huthaifa Abdulqader, DDS Dentista generico, Amman, Giordania
Riassunto

Titolo originale

From Minimally Invasive Tooth Extraction to Final Chairside Fabricated Restoration: A Microscopically and Digitally Driven Full Workflow for Single-Implant Treatment

Fonte

Behnam Shakibaie, DMD, MSc; Markus B. Blatz, DMD, PhD; Julian Conejo, DDS, MSc; e Huthaifa Abdulqader, DDS. From Minimally Invasive Tooth Extraction to Final Chairside Fabricated Restoration: A Microscopically and Digitally Driven Full Workflow for Single-Implant Treatment. Compendium of Continuing Education in Dentistry, novembre/dicembre 2023, volume 44, numero 10

Riassunto

I progressi tecnologici in settori quali l’ingrandimento ottico (ad es. sistemi ingrandenti, microscopi), gli strumenti microchirurgici, i materiali per l’innesto di ossa e tessuti molli e l’odontoiatria digitale hanno aperto la strada affinché i dentisti siano in grado di fornire tutte le specializzazioni necessarie per un trattamento di sostituzione all’avanguardia di un singolo dente nelle loro cliniche, senza dover coinvolgere un laboratorio tecnico. Questo caso clinico dimostra un flusso di lavoro digitale alla poltrona completo e di routine, che utilizza tecniche minimamente invasive e microscopiche in ogni fase del trattamento, dall’estrazione del dente e dalla conservazione della cavità, all’inserimento dell’impianto e alla gestione dei tessuti molli, fino alla consegna della sovrastruttura digitale finale in zirconia completamente anatomica alla poltrona. Oltre a descrivere l’intento dell’estrazione minimamente invasiva del dente e della conservazione della cavità, questo articolo illustra come eseguire una procedura di splitting vestibolare e rotazione del lembo e ne discute i benefici. L’obiettivo di questo trattamento di impianto singolo a guida digitale era quello di ottenere un restauro il più possibile simile alla condizione originale.


Condividi questo articolo